ADDIO ISTITUTO “RITA LEVI MONTALCINI”

Ormai sono già passati tre anni dalla prima volta che siamo entrati in questa scuola.

Siamo arrivati qui che eravamo poco più che bambini e ne usciamo che siamo già ragazzi.

All’inizio eravamo così timorosi e impauriti da questo ambiente a noi sconosciuto, da questa scuola così grande rispetto a quella alla quale ci eravamo abituati per cinque anni. Oggi siamo tristi perché siamo consapevoli che tra meno di un mese dovremo di nuovo cambiare e scoprire un mondo mai preso in considerazione fino ad oggi: le superiori.

Potremmo paragonare questo percorso ad una passeggiata in montagna, dove le salite rappresentano le difficoltà e le discese i momenti più facili, allegri e gli ostacoli superati.

Gli amici sono stati i nostri compagni durante tutto il viaggio e i professori i nostri aiutanti.

Oggi, che siamo in terza, vedendo i ragazzi più piccoli di prima, ripensiamo a quando anche noi eravamo come loro, a quando il nostro viaggio era appena iniziato e non pensavamo minimamente né agli esami né alla scelta della scuola superiore.

Tutto è iniziato quando ci hanno diviso nelle varie classi e abbiamo conosciuto i prof, che in gran parte, ci avrebbero accompagnato fino alla fine delle medie.

La nostra, si è subito dimostrata una classe molto unita e amichevole, che con il passare del tempo ha intensificato e rafforzato le amicizie e i rapporti con gli insegnanti.

Ripensando a quei tempi, ora ci sembra tutto così strano, infatti c’erano quelli grandi che ad ogni intervallo occupavano i bagni e noi di prima e di seconda a volte avevamo un po’ di paura ad entrarci o anche semplicemente ci vergognavamo ad uscire dalla classe, ora, invece, siamo noi i “grandi” e chissà se gli attuali primini provano le stesse emozioni e gli stessi timori che avevamo noi un tempo…

Trascorrendo questi anni ci siamo rese conto di essere molto maturate, che la scuola oltre a farci apprendere nozioni e materie didattiche, ci ha anche insegnato il vero senso dell’amicizia, della solidarietà e del voler bene.

L’istituto “Rita Levi Montalcini” per noi è stata come una seconda casa che avvolge nel suo calore e ti insegna, ti insegna e ti insegna.

montalSe ci fosse una macchina del tempo ci piacerebbe salirci e ritornare indietro nel tempo di tre anni per rivivere tutti i momenti felici, le risate e gli abbracci, ma anche le situazioni un po’ meno perfette, le sgridate, i brutti voti e gli attimi tristi, perché anche questi ci hanno aiutato a crescere, a maturare, a farci diventare le persone che siamo adesso.

Se riguardiamo indietro ci rendiamo conto che il gruppo classe è un po’ cambiato; prima eravamo tutti molto più calmi, interessati e tranquilli, ora invece siamo molto agitati e a volte anche annoiati, ma questo pensiamo dipenda dal fatto che abbiamo voglia di cambiare aria, di fare il prossimo passo.

A proposito di questo chiediamo scusa ai prof se qualche volta li abbiamo fatti arrabbiare e sudare, se non abbiamo sempre studiato nei migliori dei modi e se non abbiamo mai mostrato il giusto interesse e la giusta serietà. Nonostante questo abbiamo imparato a volerci bene e ad aiutarci nei momenti di bisogno, a confortarci e a darci una mano per rialzarci.

Ci ricordiamo, inoltre, che quando eravamo al primo anno di medie, pensavamo che il tempo che dovevamo trascorrere in questa scuola fosse infinito e troppo faticoso, mentre oggi ad un mese dalla fine ci siamo rese conto che questi tre anni solo volati, veloci, tra lacrime, sorrisi, abbracci e momenti memorabili.

Come ogni viaggio, anche questo ha portato a delle incomprensioni, che però sono state tutte risolte e, come è giusto che sia, c’è un inizio e una fine, anche se può sembrare (e in effetti un po’ lo è) triste.

Riguardando le foto scattate durante gli anni, ci rendiamo conto che non siamo più le bambine di un tempo, ma siamo cresciute, maturate e cambiate.

Questi tre anni sono stati una vera e propria lezione di vita che ci servirà per sempre e ci accompagnerà nei prossimi anni.

Solo ora ci rendiamo conto di quanto bene ci abbia fatto passare del tempo in questa scuola e ora ripensandoci qualche lacrima di nostalgia scende.

Un ringraziamento speciale va alla stupenda classe terza D, con la quale abbiamo condiviso tantissime esperienze indimenticabili e ai professori che ci hanno sempre pazientemente sopportato e aiutato e che ci hanno organizzato delle splendide uscite didattiche.

Non ti dimenticheremo mai, addio, Istituto “Rita Levi Montalcini”!

 

Benedetta Cazzulani e Martina Dianin-

video di Sebastian Gafita e Alessandro de Mare,

III D Secondaria, team del giornalino

 

Un commento su “ADDIO ISTITUTO “RITA LEVI MONTALCINI””

I commenti sono chiusi.