VERSO LA SCELTA

sceltaSiamo arrivati al termine del nostro percorso nelle scuole medie, perciò entro gennaio dovremo scegliere la scuola per il nostro futuro; per alcuni la scelta sarà difficile, per altri lo sarà meno.

La preoccupazione più grande che abbiamo avuto è stata quella di sbagliare nella scelta, ma anche il fatto di dover prendere i mezzi ogni giorno per andare in una scuola lontana oppure la paura di non riuscire ad adattarsi con persone nuove e più grandi.

A scuola abbiamo intrapreso parecchie iniziative di orientamento che hanno organizzato i docenti, in particolare la prof.ssa Zaffuto, responsabile dell’Orientamento nel nostro Istituto, per aiutarci a scegliere al meglio la scuola per il nostro futuro, per esempio l’incontro con i maestri del lavoro, con le scuole superiori e con la dottoressa Portaluri.

I maestri del lavoro, ci hanno spiegato la realtà che ci aspetta dopo le scuole; i docenti e gli studenti delle scuole superiori ci hanno raccontato brevemente di come funziona il loro istituto e la dottoressa Portaluri ci ha chiarito le differenze fra i vari indirizzi scolastici. In classe con la professoressa Zaffuto abbiamo affrontato l’argomento anche con la visione del film “Billy Elliot” che narra di un ragazzo che scopre di avere la passione per la danza, ma viene ostacolato dai giudizi del padre che ritiene la danza una disciplina femminile. Il film ci ha fatto riflettere sul fatto di dover coltivare le nostre passioni senza farsi influenzare dal giudizio degli altri e anche questo è importante per la nostra vita futura.

Esperienza, pratica all’Afol, raccontata da Adriano

“Ho frequentato il laboratorio di elettricità presso la scuola Afol di San Donato,  appena sono arrivato con i miei compagni di classe siamo stati accolti molto bene,  ci hanno spiegato a cosa servono gli oggetti che abbiamo visto nel laboratorio di elettricità (forbici e varie attrezzature) e ci hanno raccomandato di toccare solo le cose permesse. Il prof è stato molto simpatico e sempre a disposizione per ogni problema.

All’ inizio ci hanno fatto tagliare con le forbici dei fili elettrici, poi dei ragazzi dell’ultimo anno di scuola ci hanno fatto vedere che apparecchi usare, abbiamo subito pensato che fosse difficile, ma alla fine  abbiamo scoperto che non lo è poi così tanto. In fine ci hanno fatto fare un ultimo lavoretto, abbiamo fatto una campanella della scuola a cui abbiamo attaccato i fili.

Ho seguito la lezione con molto piacere e penso proprio che sarà la scuola che frequenterò dopo le medie.”

Amato Natasha, Carbonari Giulia, Dedushi Adriano, Ortolo Sara,

III C Secondaria

I commenti sono chiusi.