IN FUTURO C’È SPERANZA

futuroEra stata mia la scelta,

di allentar quella forte presa.

Ma tutto successe così alla svelta,

che mi ritrovai sola, e indifesa.

 

È incredibile… come ci si puo sentire soli,

in un mondo così grande!

Semplicemente deboli,

con milioni di domande.

 

Ormai senza speranza,

di dolor il cor compunto.

Mi lasciai dietro quella stanza,

con dentro un defunto.

 

Ma poi, vidi una stella che brillava,

in quel cielo infinito.

Un qualcosa che a tutti giovava,

ma a me, aveva affievolito.

 

Cercai la via diritta,

quella abissale.

Ove non c’è mai sconfitta,

e il bene… regna sul male.

 

                                                            Alexia Branzea, II C Secondaria,

                                                                     team del giornalino