L’AMICIZIA AD ETA’ DIVERSE

Io sono Giorgia, ho 11 anni, quindi frequento la classe prima media.

La ragazza di cui voglio raccontare ha quasi 14 anni, è mediamente alta, magra, molto simpatica, dolce e scherzosa.

La sua bocca è quasi sempre a forma di barca, cioè inarcata in un grande sorriso; sinceramente la conosco da più di quattro anni e non l’ho mai vista arrabbiata. Ha gli occhi lucidi e di colore castano, il suo naso non è né troppo grande né troppo piccolo.

Infine i suoi capelli (a dir poco bellissimi come lei) sono neri, lisci e lunghi fino alle spalle, anche con una specie di treccia blu. Il suo nome è Sara.

Ho conosciuto Sara al circo, poi siccome “piaceva” ad un mio ex-compagno di classe, tutte le volte che la vedevo le dovevo consegnare biglietti e bigliettini che lei non apriva neanche perché sapeva che erano le sempre le stesse stupidate, allora li prendeva e buttava direttamente.

Abbiamo più di una cosa in comune: la passione per il circo, lei pratica anche pattinaggio artistico ed io pallavolo (motivo per cui ho inventato: circo =passione, pallavolo=emozione), ma tornando a Sara, il nostro colore preferito è l’azzurro e come materia la preferita è scienze. Sara è nata precisamene undici giorni e due anni prima di me.

La mia stagione preferita è l’inverno, ma a me piace anche la sua preferita, cioè la primavera, ci piace perché i campi si riempiono di fiori colorati e profumati. Spero che la nostra amicizia non finisca mai, anche se tutte e due cresceremo, ma io vorrò sempre bene a Sara e spero che lei ne vorrà a me.

                                                                                                   Giorgia Fossati,  

I B Secondaria, team del giornalino