MUSICA È EMOZIONE

Anche quest’anno la nostra prof di musica, la professoressa Roberta Bolzoni, ha organizzato le bellissime lezioni concerto.

Nella prima lezione concerto abbiamo ascoltato due strumenti meravigliosi: il pianoforte e il violino (un violino che risaliva addirittura al 1756).

Mi stupisco di come le persone facciano delle generalizzazioni sulla musica di altri tempi definendola semplicemente “classica”. Ma come si fa a definire simili le composizioni dell’agitato Schuman e quelle del perfetto Mozart?

Si tratta di musica completamente diversa, Schuman componeva melodie “agitate” che creavano ansia a chi le ascoltava, mentre Mozart componeva melodie dolci e calme che facevano rilassare l’ascoltatore.

Le lezioni concerto che ci vengono fornite dalla scuola sono a dir poco meravigliose, abbiamo la possibilità NON SOLO di ascoltare dal vivo strumenti che si possono sentire in grandi concerti, ma abbiamo l’opportunità di sentirli a pochi metri da noi e questo mi sembra semplicemente fantastico!

Alcuni compagni considerano noiose queste lezioni, ma non capisco perché! Anzi, sono bellissime! Forse pensano che sia una musica “brutta” e che solo la musica di Ariana Grande o Justin Bieber o, peggio ancora, Bello Figo sia bella. Se devo esprimere la mia opinione, la musica dei musicisti di oggi è pessima in confronto a quella dei Grandi Musicisti. Ma questi sono i miei gusti…

Le emozioni provate durante gli ascolti sono indescrivibili, ansia e paura con Schuman, calma e relax con Mozart, e poi agitazione, stupore, gioia e tristezza. Ascoltando questa musica puoi fare degli sbalzi d’umore esagerati, questa musica ti fa immaginare una tempesta in corso o, magari, un bel venticello di primavera. Sono emozioni uniche … E questa musica è vita perché ti accompagna in ogni situazione, ti può consolare se sei triste, ti può far arrabbiare, ti può far provare di tutto e di più…!

Un grazie speciale alla professoressa Bolzoni che organizza le lezioni concerto!

Alexia B., Secondaria, team del giornalino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *