RABBIA, PAURA E SOLITUDINE DIVENTANO POESIA

LA MALEDIZIONE DELLA LUNA

In questi giorni  sono spesso arrabbiata,

a volte per una persona mancata,

altre per una brutta giornata.

Quando riesco a divertirmi in giardino,

risalendo in casa inciampo in un gradino;

più che rabbia sembra sfortuna,

ma credo che sia la maledizione della Luna.

                                                                                                                                                                                                                                                                                        Sara  Z., Secondaria

LA RABBIA

Tutto e tutti ti guardano,  ti scrutano

Vedono come sei nel tuo lato peggiore,

è come un rumore immenso di automobili impazzite,

provi una sensazione che parte da dentro, la “ rabbia”.

Proprio così, la rabbia

Quando il mondo si rivolge tutto contro di te

E tu sei da solo a combattere,

e nessuno ti aiuta

come una gazzella circondata da leoni affamati,

ma se provi paura sei morto.

                                                                                                                                          Tommaso F., Secondaria

LA MIA PAURA

Ogni volta che ho paura

La giornata diventa scura.

Quando ho paura,

penso solo a quella

come se fosse nel cielo

l’unica stella.

In quel momento

Per me

È l’ unica cosa presente

Ed è strano

Perché nessuno oltre a me

La sente

 

   Alice M., Secondaria

 

ERA LUI …

Era lui, quello solo,

quello che non aveva amici,

Era lui, quello che diceva di essere felice,

non lo era.

Pensava solo a loro,

a quelli felici e a tutti coloro che urlavano, strillavano

di felicità.

Quel sentimento, che non aveva mai condiviso con nessuno,

perché era solo e basta.

Sofia M., Secondaria

LA SOLITUDINE

Parlo tra me e me

E mi ritrovo a considerare

Che la solitudine non è mai assente,

è lì dietro l’angolo

come una tigre

pronta a scattare affamata di allegria.

E finché fai del bene non rischi mai

Ma quando il male fai

Infelice ti sorprenderà

Matteo  M., Secondaria

 

SOLO MI SENTO SOLO

Solo mi sento solo

La casa vuota deserta

Nicolò P., Secondaria