IL TELEFONO, UN’ARMA A DOPPIO TAGLIO

Il telefono è uno strumento molto divertente e in alcuni casi molto utile, ma se usato male ti può complicare la vita!!!

Il cellulare è uno strumento molto divertente perché puoi installare molti giochi/app divertenti, ma non bisogna abusarne perché può diventare uno strumento offensivo, infatti,  se per esempio sui social (facebook, instagram) insulti una persona, puoi essere denunciato o peggio ancora finire al carcere minorile (se hai dai quattordici anni in su); oppure se tagghi una persona senza il consenso di quella persona , puoi incorrere in grossi problemi.

Ora vi raccontiamo la storia di una ragazza che per un cyberbullo si è suicidata …

Aveva quindici anni Amanda T., una ragazzina canadese come tante, visetto carino, sguardo vispo, e una vita connessa in Rete come la maggior parte degli adolescenti di oggi. Una vita che Amanda ha deciso di interrompere suicidandosi, con un gesto su cui gli inquirenti stanno cercando di fare luce.

Amanda si è tolta la vita perché a differenza della gran parte degli altri ragazzi della sua età, non era spensierata. Da quando aveva conosciuto “lui” su Facebook, la sua vita era cambiata. Esponeva al mondo il suo corpo, ancora non da donna, in immagini scattate con la webcam. Lui era un cyber-bullo, ma Amanda non poteva saperlo. Da lì a poco, l’avrebbe minacciata di diffondere le immagini online, se lei non avesse acconsentito di “dare spettacolo” per lui. Lui ha finito poi per pubblicarle comunque. Tanto che Amanda ha ricevuto la notizia dall’agente di polizia arrivato a casa sua, che le ha detto poche parole: “Le tue foto le hanno viste tutti”.

Lo scorso 7 settembre, Amanda aveva deciso di raccontare la sua storia con un video, toccante, in cui fa scorrere una serie di cartelli che dipingono una discesa in un pozzo di incapacità. A quindici anni Amanda ha tentato di combattere contro il bullismo ai tempi di internet, e non ce l’ha fatta. La sua storia scorre su decine di biglietti sfogliati davanti alla telecamera, un sogno di ragazzina che diventa un inferno. A cui Amanda aveva provato a porre fine già altre due volte.

Dopo questa storia vogliamo ribadire l’utilità di questo strumento: il telefono è un ottimo mezzo di comunicazione perché, se sei fuori casa e hai bisogno di dire qualcosa a tua madre (ad esempio) puoi o chiamarla o scriverle un messaggio , così lei non starà in pensiero e anche tu sarai più tranquillo e ti divertirai di più!!!

Noi il telefono lo usiamo un po’ (un po’ troppo) e se ne fate a meno sarete più intelligenti (ci vuole poco ad essere meglio di noi) e dopo questo …. Speriamo di avervi fatto riflettere abbastanza da convincervi ad usare il telefono un po’ di meno e bene.

Francesco S. e Matteo T., Secondaria, team del giornalino