BRUCHI DA MUSEO

Ricercare, rielaborare, inventare, applicare, organizzare, osservare e sperimentare. Questi sono i principi cardine della didattica per competenze. Una didattica che vede lo studente protagonista del proprio processo di apprendimento, che utilizza le conoscenze come punto di partenza e non di arrivo, che valorizza il gruppo come luogo di produttiva collaborazione e che promuove l’esperienza sul campo attraverso i cosiddetti compiti di realtà. Espressione di tale didattica sono stati due progetti multidisciplinari e interdisciplinari che hanno coinvolto le classi prime del nostro istituto nella seconda parte dell’anno: il Museo Medievale e l’allevamento dei bachi da seta.

I ragazzi hanno dimostrato spirito di iniziativa e imprenditorialità e hanno messo in campo la loro fantasia e creatività, vestendo i panni di curatori e guide museali. Il risultato è stata l’esposizione del 22 maggio che, visti l’impegno profuso ed il successo riscontrato, è stata replicata per le famiglie il 7 giugno.

In quest’ultima occasione i visitatori hanno anche potuto visitare la “postazione Bombyx” ovvero una sala dedicata ai bachi da seta. Qui hanno trovato spazio i lavori (cartelloni esplicativi, presentazioni PowerPoint, filmati, racconti e poesie) realizzati dai nostri bachicoltori in erba, una capiente teca contenente bozzoli e falene e la pianta di gelso che sarebbe stata piantumata in giardino l’indomani.

Si è trattato di esperienze estremamente istruttive, coinvolgenti, stimolanti ed emozionanti non solo per gli studenti, ma anche per i docenti coinvolti. Personalmente sento che l’aver lavorato con questi ragazzi e con i colleghi mi abbia arricchito e di questo sono davvero grata.

Prof.ssa Monica Poggi