GLI STUDENTI DELLA MONTALCINI PLURIPREMIATI

ALLA VENTIQUATTRESIMA EDIZIONE DEL CONCORSO DI POESIA “SIGNIFICAR PER RIME” DI SAN DONATO MILANESE GLI ALUNNI DELLA PRIMARIA E DELLA SECONDARIA “MONTALCINI” VINCONO NUMEROSI PREMI

Da ventiquattro anni la biblioteca di San Donato organizza il concorso di poesia “Significar per rime” in ricordo di Simona Orlandi, una giovane sanndonatese con la grande passione della poesia, prematuramente scomparsa.

Quest’anno anche noi della Montalcini abbiamo voluto partecipare e abbiamo ricevuto diversi riconoscimenti che fanno onore ai nostri ragazzi, pieni di fantasia e creatività, ai nostri insegnanti, che con passione si mettono in gioco, e al nostro preside, il prof. Vincenzo Paladino, che ci invita sempre a farlo.

La classe V B di Mezzate si è classificata terza nella categoria “Primaria” con la poesia “Vorrei”, composta dalla classe stessa; è stata segnalata nella categoria “Secondaria” la poesia “La Vita”, scritta da Sarah Visaggi e Sabrina Franchino della II D Secondaria, si è classificato terzo Mario Brandini di I B Secondaria con la poesia “Peschiera” e infine Giulia di Nuzzo di III D Secondaria è arrivata prima con la poesia “Ricordi”.

Vi invito a leggere queste poesie per scoprire quanta armonia e quanta freschezza comunichino questi versi, scritti da menti giovanissime e incredibilmente sagge.

LA VITA

La vita è come una valigia,

una valigia piena di sogni, felicità e tristezze.

Che quando vengono liberati nell’aria,

animano il mondo.

Nella vita ci sono che non si dicono,

che restano chiuse dentro il diario del cuore.

Ci sono sentimenti che pensiamo di aver dimenticato

E quando meno te l’aspetti escono e ti prendono per mano,

da un quaderno di una passato, lontano.

La vita è come un film

devi godertelo fino alla fine,

perché regala sentimenti

che capitano una volta sola.

La vita è una sola, goditela fin che vuoi.

Sabrina Franchino, Sarah Visaggi, II D Secondaria

PESCHIERA

Peschiera,

grande di giorno, piccola di sera.

Peschiera è l’afa d’estate,

è la nebbia delle fredde giornate.

 

La scuola è il silenzio del mattino

la piazza è il baccano del bambino:

biciclette, gelati, giostre e palloni

mille suoni che creano infinite canzoni

 

Peschiera, vecchia provincia di Milano,

si sente ancora il dialetto sulla bocca dell’anziano.

A Peschiera manca solo il mare

Per il resto, credetemi, è un paese d’amare.

Mario Brandini, I B Secondaria

 

RICORDI

Aspetto qui, seduta su questa panchina,

in mezzo a questo silenzio senza vita.

Aspetto il tuo arrivo, l’ombra della

tua sagoma sull’asfalto.

Aspetto il suono della tua voce,

che mi distoglieva dai miei pensieri cupi.

Aspetto assieme ai ricordi dei

nostri momenti, che rimarranno

immortali nella mia mente.

Aspetto e aspetterò per infiniti tempi.

Giulia di Nuzzo, III D Secondaria