LAVORI IN CORSO PER IL CCR

ccrMercoledì 14 ottobre 2015, le classi 1B e 1D si sono ritrovate in Aula Magna con alcuni esperti del comune che hanno spiegato il progetto del CCR (Consiglio Comunale dei Ragazzi).

La professoressa Biasiolo ci aveva già spiegato brevemente il progetto e avevamo già pensato a un nome per la nostra lista.

La signora Patrizia Corvo ci ha spiegato il programma di lavoro: entro il 31 ottobre ogni lista dovrebbe creare un programma elettorale, una lista di ciò che vorremmo realizzare a Peschiera; ogni partito dovrà proporre da 17 a 20 candidati che vorrebbero diventare consiglieri, tra cui uno che voglia diventare sindaco; le terze medie dovranno creare un logo che rappresenti il “CCR” di Peschiera Borromeo.

Dall’ 11 al 18 novembre ci sarà la campagna elettorale, cioè ogni partito si farà pubblicità per sensibilizzare gli studenti sul proprio programma elettorale.

Il 19 novembre ci saranno le elezioni, durante le elezioni ognuno voterà una lista e, così facendo, anche il candidato sindaco di quella lista insieme a due consiglieri. Una volta eletto il CCR, comunque anche chi non verrà eletto sindaco potrà aiutare dando delle idee, infatti il sindaco sarà solo un portavoce. Il sindaco rimane in carica due anni e, in caso di assenza, può essere sostituito da un vicesindaco; i consiglieri hanno il compito di raccogliere le proposte e di esporle nelle riunioni.

Il 20 novembre ci sarà la prima riunione durante la quale verrà eletto il presidente del consiglio comunale, cioè colui che gestirà le riunioni, mentre dal 2016 ci saranno delle riunioni per realizzare le nostre idee.

Manuela, invece, ci spiega un po’ di storia: il primo CCR fu istituito in Francia nel 1970, mentre in Italia fu istituito, anche grazie all’aiuto dell’Unicef, a Macerata, nel 1993, con lo scopo di riprodurre il consiglio comunale degli adulti.

Gli obbiettivi del CCR sono: risolvere i problemi che verranno individuati, imparare a collaborare con gli adulti e educare i bambini alla democrazia; il CCR è stato infatti creato per imparare cos’ è la democrazia, conoscere il Comune e per creare un’associazione che risolva i problemi dei bambini.

Carolina ci spiega di cosà si occuperà il CCR cioè di: ambiente, cultura, sport, tempo libero, legalità e solidarietà; nei programmi elettorali di ciascun partito, le proposte dovranno essere basate su questi temi e rispecchiare le reali esigenze dei ragazzi. Per darci un’ idea di quello che potremo fare, Carolina ci mostra delle idee: creare una biblioteca, dare cibo ai bisognosi, sensibilizzare i coetanei sul risparmio energetico, proporre qualcosa da mettere in città e nei parchi giochi, ma dichiara anche che le idee più belle verranno sicuramente da noi!

…E noi siamo pronti per questa nuova avventura!

Elisabetta Moiana, I D Secondaria